Il balcone

E’ proprio vero che non si finisce mai di scoprire… Qualche giorno fa ho scoprito il balcone. Cioè, l’avevo già visto in realtà, però non ero uscito perchè sentivo dei rumoraci e vedevo tropa gente.
Ma l’altro giorno sono uscito e sono anche saltato giù! Sì, perchè il balcone è un pesso di casa che è fuori, ma è sempre casa tua, gli altri non posono venire sopra. Cià un contorno che si chiama ringhiera che poi te puoi guardare fuori. Il nostro balcone è pieno di vasi perchè la mama cià il police verde (cosa vuol dire, poi… a me sembrano rosa i suoi polici!) e ci piaciono i fiori.
La Trudi esce sempre sul balcone, poi salta giù e va a fare dei gireti. Alora l’altro giorno ho deciso di andare anchio. La mama subbito….. Uh! E’ uscita dala porta e è venuta a cercarmi: io mi ero nasconduto soto il balcone dei vicini e non mi facevo vedere. Alora la mama ha agitato le chiavi di casa e mi ha chiamato e io, sicome che sono un micio ubidientisimo, sono corso indietro e ho fato la strada al contrario, son saltato sul balcone e son corso in casa. Sapete com’è… va bene l’aventura, ma non esageriamo perchè non si sa mai che incontri si posono fare!
Buona note!
Share

Esplorazioni

Ieri e ogi sono uscito in giardino tantisimo! Oramai sono un espertio del giardino, io! Ho anche trovato dei posticini commodi per fare i miei bisognini… E poi è belissimo! Un saco di ucelini, un saco di fiori, di erba, di gati che pasano! La mama e il papà mangiscono fuori così io mi poso stravacare vicino a loro e riposarmi al ombra o al sole, come preferisco. Ogi ho anche portato fuori i miei giochi: ecomi qui col topo groso.

Ma la notissia più grande è che sono andato oltre la rete. Eh, sì! Son corso dietro ala Trudi che è una girovagona. Mi sono deto: ma come ? Lei sì e io no? Alora sono uscito dela porticina (abiamo una porticina per gati, noi!) e sono andato nela boscaglia. Bestia che robba! Rami sechi, alberi, odori nuovi, rumori strani… Poi c’è un muro che la mama ha deto che ci abbita altra gente dietro, ma io devo controlare di persona, scusate! Prima o poi ci vado a fare un gireto, son tropo curioso. Fato sta che ieri son andato nela boscaglia e poi la mama è riuscita a farmi tornare facendo rumore con un bastone: ue’, apena che ho sentito il rumore mi sono fiondato in casa come un rasso! Però ogi volevo vedere mellio, alora mi sono anche rampicato sul albero e son saltato sul muro. La mama per un po’ ha fato finta di niente, ma poi temevva che andavo di là, alora mi ha fato ancora dei rumoraci e io… zac!, come un lampo sono saltato sul albero, sono venuto giù e sono corso in del mio giardino. Non si sa mai, eh….

Intanto c’era la Trudi bela spaparansata in mezzo ai rami del capprifolio selvatico e dele piante varie. Secondo me, dala facia che aveva, era lì per non farmi pasare. Cioè che se io osavo sconfinare tropo mi caciava indietro! Va’ che aria austera!

Share

Tanti auguri!

Ogi è il compleano dela mia sorelona, ma la mama non ci ha fato la torta. Sì, perchè cappita che la mama fa la torta di mele il giorno del compleano dela Trudi, dato che a esa piace moltisimo la torta di mele!

Ma ogi la mama non cià avuto tempo, alora pasiensa, dico io! Sarà per un’altra volta, va.

Però gli auguri ala Trudi ce li voglio fare!

Mer me gnau gnau mer me!
Mer me gnau gnau mer me!
Mer me gnau gnau mer Trudi!
Mer me gnau gnau mer me!

Questa sarebe la cansone in gatesco, trasliterata dala mama.
Auguri Trudi, 100 migliardi di migliardi di auguri! Ti volliamo bene!
Share

Lui chi è ?

Ogi grande movimento in questa casa. E’ arivato questo gato (che abita qui a fianco e non so il nome) tuto deciso a fare micissia col perditopi. Seee…. il perditopi che fa tanto lo sgarzellino con me, con questo qui abassa la testa e scapa in casa. E pensare che questo qui è un simpaticone, nè…. Si è fato cocolare dala mama e dal papà, si sbate in tera, fa mru mru mru per fare amicissia. E Miro ? L’ha anusato e poi è scapato. Ogi c’era la riunione a casa nostra! C’era questo micio, poi è rivata la Minù, poi è rivato un grigio che non conosciamo, poi c’ero io e infine il perditopi. Un miagolìo dopo l’altro. Per fortuna ciò pensato io a far piassa pulita: son rivata e ho fato scapare tuti e mi son mesa sula porta a vedere che non sucedese niente. Insoma: se non ci sono io in questa casa cè tropo via-vai. Non va mica bene, eh?
Share

Relax

Ieri e stamatina ero veramente nerviosa per la presensa disturbante del perditopi-usmacù. Questo secondo sopranome glielo o dato perchè eso cià il vissio di anusare soto la coda non-si-dice-dove. E’ vero che esco sempre e porto un saco di odori nuovi in casa, ma santocelo…. è proprio un maleducato, eh? Io queste cose non le conciepisco propprio!
Alora ogi, per godermela un po’, o deciso di prendere il sole sul mio tavolo nel giardino e mi sono talmente rilasata che o dimenticato l’esistensa del perditopi. Ah, che belo prendere il sole quando che è primavera e non scota e non fa venire sete! Che meravillia! Intanto la mama andava inansi e indietro per fare i suoi lavori, ma io ero come una morta.
Share