Inverno, inverno

Ecoci qui di nuovo in inverno! Epure ciabiamo ancora il Cicio che viene a mangiare i pessetti di mela e le noci che la mama ci prepara. Ma come, i rici non dovevano andare in letargo? A proposito del letargo siamo anche arabiati perché la gente non capiscono niente di natura e animaleti! Il bosco dove che andiamo sempre, il bosco meravillioso abitato di ghiri, topi, ucellini, rici, lepri e tante altre bestioline che hano sempre abitato lì, sarà butato giù per fare dele case! La mama è arabbiatissima. La mama vuole li alberi e li animali, no le case!
Anche noi gati voliamo li alberi che dano freschessa, riparano dela pioggia, sono verdi e fioriti e sono la casa di tanti animaleti.
NON VOGLIAMO ALTRE CASE! W la NATURA!
Come che dobiamo fare per farcelo capire a questi stronsoni del comune? Eh, sì! Io sono un bravo gato, ma quando che mi inrabio dico le parolace anche io, porca miseriacia!
Eco qui una foto del nostro bosco:

Poi un’altra novità, però bela, che abiamo in casa è che la mama ci ha crompato un tiragrafi belissimo, tuto peluscioso e di color crema-marone. Eso è molto comodo, noi ci saliamo speso, però volete metere il divano e la poltrona? La mama si è dovuta rasegnarsi al fato che non ci dormiremo mai soppra, ma lo usiamo per giocare. Io e la Ginny siamo sempre lì, però la Trudi fa i versaci quando che sente il nostro odore e non vuole saperne di salire. Che Trudi, ragassi! Cià un caratere….

Eco qui il nostro meravillioso tiragrafi:

vi piace?

Ed eco la Ginny che fa la stupidotta:

Ora ci rilasiamo tuti, che nevica tantisimo! La Ginny è stata fuori tre ore in dela neve, ma adeso siamo tuti al calducio che riposiamo. Ah, che vitacia!

Share
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *