Un nuovo lavoro

In questi tempi di crisi bisonia inventare dei nuovi lavori. Non si può mica stare lì con le zampe in mano a pensare ala mana del cielo, scusate! Io sono la solita filossofa che ciò tante idee, ma ese non sono idee astrate… nossiniori! Sono idee di bisines che me mi vengono in mente in ogni momento (sempre perché sono un gegno, altro che Sio Paperone!). Be’, insoma, l’ano scorso quando che la mama mi a fato vedere la machina bianca modelo Scion che cè in America, io mi sono inamorata di questa machina.

Ecola qui soto.

Scion

Scion

Ditemi voi se non è una machina belissima! Me mi sembra una limusins in miniatura, mi sembra che dietro sia di una comodezza mostruosa, sopratuto per un gato. Alora, a furia di pensarci, mè venuto in mente un bisines di fare: un servissio di ambulansa (ma anche trasporto) per gati. Praticamente se uno cià bisonio di andare di qualche veterinario, la mama parte con la machina e va a prenderlo, lo carica in del baule atressato da ambulansa e poi lo porta del dotore. E’ una robba utile sia per quando che uno deve fare le vacinassioni, sia per quando che uno è ferito. Poi, volendo, la mama può anche portare i gati da una parte al altra perché magari devono andare in pensione per le vacanse o devono traslocare. Il dietro lo atressiamo con tanti divisori fisi per metere tanti gati. Però se i gati sono amici, si lasciano aperte le porte. Poi ci metiamo dei cuscini rancioni per la comodezza, e siamo a posto.

Cosa ve ne pare dela mia idea? Eco qui soto la Scion modificata secondo le mie istrussioni:

Ambulansa per gati

Ambulansa per gati

Io penso che è un’idea gegnale e che diventiamo richi. Purtropo non poso guidare io perché non ciò la patente (sono tropo basa per arivare ai pedali), ma la mama fa tuto lei.

Share

Nuovi amici

Be’, in questa famillia siamo sempre pieni di nuovi amici! Dopo Lucilla, la talpa, che un giorno vi metiamo su anche la sua fotografia, e il Ciccio che ormai è un po’ che non si fa vedere, abiamo anche conosciuto una rana e una lumaca. La rana è venuta qui a fare un giro una sera: molto simpatica. Ci ha racontato dela sua vita in del canale, di quelo che mangia e dei suoi amici. Esa si chiama Diana la Rana ed è fidansata con il Rospo Ottavio, che però noi non lo conosciamo ma lei ci ha deto che è un rospo molto simpattico. Poi dopo abiamo anche fatto amicissia con Pierina la lumachina: esa viene anche lei a mangiare i nostri avansi e dovete vedere come che ci dà dentro! Pierina non è mica l’unica lumaca che cè in del giardino: cè lei e cè tuta la sua famillia, però non ciavevamo vollia di conoscere tuto il parentado e alora ci siamo fati amici solo di lei. Esa è marone e lascia la bava quando che camina, però è molto utile. Il Ciccio invece è un po’ che non viene più: non sapiamo se ha cambiato solo posto per mangiare o se forse ha cambiato casa! Un gato che conosciamo ci ha deto che secondo lui ha cambiato casa, a preso su tuta la famillia e è andato a abbitare in un altro bosco. Non so… magari è un petegolesso e basta! Certo che noi ci rimaniamo male se il Ciccio va via sensa nemeno salutarci, eco. Comunque, cè sempre un bel viavai in questa casa, va’. Ciao dala vostra Gina preferita!

Share

Sono la numero 1!

Eccomi che mi riposo
Eccomi che mi riposo

Sono la micia più brava del mondo e sopratuto di questa casa! Sì, lo so che non scriviamo di tanto tempo, ma è perché siamo stati impeniati a fare tantiiiiisime cose. Inansituto, qui cè un viavvai che non vi dico: ciabiamo un saco di amici gati! La Meggy, la Minù, il Tigro, il Tigre, il Nerino e anche il Gigio e suo fratelo maggro! Poi è rivata l’estate e alora siamo sempre fuori a giocare ecetera checetera perciò non ci tachiamo al compiuter.

Io però sono la micia più braverima dela famillia: inansituto non faccio avansi del cibo, mentre che le altre due ano fatto un po’ i caprici ultimamente. Poi non mi lontano mai. Lo sapete, voi, che la Ginaccia è stata via due giorni, nè? E due setimane fa a fato la stesa cosa, quando che i nostri genitori non cerano: la nona la anche cercata ma esa non sè fata vedere, quela Ginaccia là! E’ proprio una ribelle, eco. Invece io no: non mi lontano mai del mio giardino. Ciò i miei posticini che sono: soto la piantina dela cucina, soto il gelsomino, in del vaso per guardare fuori e vicino al bosso per guardare il mio amico Jack (che è un cane). Io esco la matina presto, facio un gireto e poi mi meto nei miei posticini sensa mai lontanarmi del mio giardino. Dopo, quando che ho fame, entro nela casa e facio “Miaaaaaaaaaaaao! Miaaaaaaaaaaaaaaaaaeeuuu! Miaaaaaaaaa!” e alora subbito tuti corono a vedere cosa che vollio. Poi esco e mi facio i fati miei. Ogni tanto vado in del canale a fare un giretino, sissiniori. Voi dovete sapere che in del canale cè un saco di piante di robigna e di caprifollio selvatico e soto lì ci sono toppi, talpe e bestie varie. Alora me mi piace corere lì, fare un gireto e poi tornare di corsa in casa a 100 al ora con la codona gonfia. Ma non sono mai andata via, nemeno in del bosco perché non sono una micia aventurosa e mi contento del mio spassio.

Poi me mi piace anche venire in casa. Ogni tanto vado in delo studdio a vedere cosa combina il papi col compiuter e ci facio compagna mentre che lui lavora. Schiacio un pisolino in dela cesta personale che ciò lì. Opure entro in casa e mi meto sul puf a dormire al fresco, ché fuori cè l’affa. Verso le 9-10 di sera mi piasso in casa per la notte, sensa farmi chiamare e sensa farmi pregare: sono bravisima, io. Entro in casa da sola e mi meto in sula poltrona, mi lavo tuta e poi vado in leto con la mama, il papà e la Trudi.  Speso però la Trudi vuole dormire fuori e anche la Ginny: alora sono da sola in del letone. Me mi piace molto anche dormire in del angolo gatesco coi cuscini che la mama a fato per noi in camera: dice che sono l’unica che ci dà la sodisfassione, a parte il nostro povero fratelino Miro che anche lui era bravo come un angioleto. Le altre due morire che vano lì, eh!

Sono anche braverima perché sono amica di tuti. Io non litigo mica con li altri come che fa la Gina, io sono amica anche del Gigio. Io gioco con tuti e ala sera in del nostro giardino cè l’asilo dei gati, perché faciamo dele scapirate (corse pazze, NdT) che voi non sapete nemeno. Ah, che divertimento!

Buona note (mi facio un sonelino, va’…)

Share