Nuove scoperte (comunicato stampa della mamma n.2)

Man mano che la settimana passa, mi informo sempre più perché, per quanto voglia bene a tutti i miei gatti, la mia super-Trudi rimane un po’ la mia preferita, che ha condiviso con me tanti anni e tante cose.

Il fatto che lei sia positiva sia al test di laboratorio (ELISA?), sia al PCR, a parte farmi dubitare dell’efficacia di questi test, indica che lei è nella fase acuta dell’infezione. Quindi sta avendo adesso la malattia e potrebbe anche riuscire a combatterla ritornando negativa.

I falsi negativi, nei cuccioli, sono frequenti, soprattutto perché la piccola Babi non viveva isolata dagli altri, ma stava in gabbia con loro: il suo test negativo ha perciò poco valore. Domani la Babi verrà ritestata e se, come sospetto, è positiva questo significa che lei ha introdotto il virus in casa nostra tramite gli starnuti che ha disseminato in giro nei primi giorni. Questo spiegherebbe come mai la Trudi sia malata adesso e abbia preso la malattia anche se non ha contatti con nessuno! Se invece la Babi sarà negativa, come spero, allora significa che la Trudi è positiva da sempre e questo non costituisce un grande pericolo per i gatti vaccinati (e nemmeno per i non vaccinati, visto che vive isolata!).

Domani vedremo anche com’è la situazione di Ginny. E dopo comunicherò al mondo i risultati degli esami di Miro, tanto per “chiarezza e trasparenza”.

Share

Aiuta i nostri amici!

Alora, come che sapete noi abiamo tanti amici che abbitano nel gatile Gattolandia, i quali sono mici abandonati opure trovatelli.
Bene, esi devono mangiare anche loro, bere, avere dele cucce e dele vacinassioni!
Queste cose le fano le zie come la zia Laura che ha trovato il Miro, ma ocorrono dei soldi. Sicome che tuti noi speso sprechiamo dei soldi in robbe inutili, io per prima quando che avanso la papa facendo la schisinosa, alora io vi chiedo di metervi una mano in sula cosciensa e pensare che una setimana di cafè in meno al bar sono già quasi 5 euri, opure che non mangiare la briosc vi fa dimagrire per la prova costume e in del contempo risparmiare qualcosina. Opure potete evitare di comprare quei giornali stuppidi di petegolessi o un paio di ciabate nuove che tanto è estate e si può andare a piedi scalsi in casa!

Con questo che cosa volevo dire? Volevo dire apunto che se risparmiate 5, 10, 20 euri potete darli ai nostri amici del gatile che ciano bisonio.
Garantiamo noi in prima persona perché li conosciamo!!!

E poi, scusate, potete anche adotare un micio a distansa, fare la tesera socio, comprare il calendario, regalare dela papa per gati o dele coperte o dele cuce.

Per favore, pensate anche ai mici più sfortunati! Grassie a nome loro!

Share

Compleanno Trudi

Inansitutto voliamo tuti farci li auguri ala Trudi, che ha compiuto 8 ani il 19 di aprile. Sì, lo sapiamo che è tardi, ma a casa ce li abiamo fati nel giorno giusto, nè? La mama ci ha anche dato un pesso di dolce Valtelinese dela Galbuseria, che si chiama Bisciola! Be’, la Trudi va passa per panetoni e dolci del genere e così la mama ce ne ha dato un po’ per la sua festa.

Ma poi, pasando ale notissie dela setimana, volevo dire che la mia mama e il pepeus sono andati al gatile a vedere finalemente come che era! Ci hano portato un tavolo e due casettiere e ano potuto vedere i mici. La mama ha deto che è belissimo, tuto colorato, molto aleggro. C’erano tanti mici, qualcheduno picolino, qualcheduno grande. Alcuni erano apena rivati e non erano contenti, altri invece erano lì da un po’. Poi c’erano dei miceti picoli. La mama a deto che avrebe preso almeno tre o quatro di quei gati lì… se non era per la Trudi che non è contenta già così. La mama non vuole traumatissare la Trudi un’altra volta, però i miceti erano meravilliosi tuti.
C’era una grigina che somilliava tuta al Gigio!
Che meravillia! E poi tigrotti, micie coli occhi verdi e il pelo scressiato di rosso, mici neri, mici bianco-grigi come me, neri, biancomaroni, scressiati di tanti colori. Ma ragassi, ma com’è che la gente non vuole dei gati? Ma come si fa a non volere almeno due gati in casa?
Noi non ci posiamo crederci!

Share