Le vacanse in Sardegna

Cuando che ero picola, la mama e il papà erano convinti che potevo abituarmi ala machina. Alora ogni tanto mi portavano in qualche posto: o dai noni, o in stassione a prendere il papà che rivava col treno, ecetera. Ho visto: Mirabelo Monferato, Milano, Valensa, Novara e Magenta.
Devo dire che ho girato abastansa, ma la machina non mi piace. La sofro! Mi meto a ansimare tuta e spalanco la boca, meto la lingua di fuori e sembro una vechieta malata di cuore.

Però, nel 2001, ho fato un viagio lungo lungo. Sciamo andati in machina fino a Genova, poi sciamo saliti in su una brutisima barca e poi ancora machina fino a una caseta vicino al mare. Il viagio in machina è stato oribbile: mi avevano dato le goce, ma io ero intontita e inrabita, così ho morsicato la mama e ci ho fato un livido grosisimo sul bracio. La mama dice sempre che la gente pensava che avese un marito manesco :-))
Poi quando siamo rivati in Sardegna, mi son dovuta abituare ala casa: era picola e bela, io avevo tuti i miei giochini e stavo in casa durante il giorno, mentre la mama e il papà giravano. Al matino, sicome che si alsavano tardi, facevamo un gireto col guinsaglio nel giardineto soto, ma poi io restavo in casa perchè loro avevano paura che mi perdevo (sì…. non sano che son furbisima, loro!).

Vi raconto però una ventura mostruosa che mi è sucesa! Una sera al tramontio la mama ha pensato bene di provare a portarmi in spiagia, che tanto non cera mai nesuno. Mi portano, col mio guinsaglietto, ariviamo là… e mica pasa una signora con un pasegino che cigolava? Uè, io ho visto tuta quela sabia lì, impresionante, questa signora che rivava … e non ho capito più gnente!!! Son scapata lasciando la mama col guinsaglietto vuoto in mano. Per fortuna son data soto una machina parchegiata e la mama mi ha presa subbito e ha giurato che mai più mi portava in posti di spavento. Eh, io ero ancora picola, però devo dire che insoma almeno ho visto la spiagia dela Sardegna, eh, non è mica una cosa di tuti!

Al ritorno dela Sardegna ho anche esperimentato il mare moso: tuti eravamo in cabina con le face verdastre che non vedevamo lora di rivare a casa.

La morale è che non son più andata in vacansa: la mia vacansa è stare casa da sola, sensa genitori, caciare toppi, farmi vissiare dela nona che mi dà il dopio di cibbo e dormire nel letone impelandolo tuto!
Ciao!

Share