Un anno!

Ogi è già il seddici di dicembre ed è pasato soto silensio un importantisimo aniversario: è un ano che sono in questa casa! Era il 13 dicembre 2008, Santa Lucia, quando la mama e il papi sono venuti a prendermi e mi ano portata a casa. Io o fato tuto il viagio in machina a miaggolare come una disperata! Poi dopo o conosciuto il mio fratelino Miro (che adeso è un angioleto gatesco), la Trudi capa dela casa e la Gina che io gli stavo antipatica fino a Natale, quando che è avenuto il miraccolo! Abiamo pasato dei bruti momenti, col mio ochieto malato e tuti i viagi dal dotore, colla malatia dela Trudi e con la bruta malatiaccia che a portato il Miro sul Ponte dell’Arcobalenio, però siamo ancora tuti qui che ci volliamo molto bene.

E questo è il secondo Natale che ciò un bel albero da poter giocare! Io sono contenta di stare in questa casa dove che ciò la mia ciotolina personale rosa (rossa, NdR), la mia casettina per i bisoni personale, ciò un bel tiragrafi commodo dove che mi meto sopra opure dentro, ciò un angolino cuscinoso in camera del leto, ciò una cesta in studdio (uso tuto io perché le altre sorelacce stano sul leto, divano, poltrona o seddie!), poso fare quelo che vollio che la mama e il papi non mi sgridano mai (che poi io sono talmente brava che a parte butare in giro decorassioni natalissie e la tera dei vasi non facio altri dani), ciò la papa più buona del mondo che la mangio solo io per via del mio pancino sensibile, ciò le porticine per andare e venire quando che vollio, ciò dei dotori simpatici che si ricordano il mio nome e mi fano tante cocole quando che mi vedono, ciò deli amici che ogni tanto vengono in casa e si piassano sul divano a dormire con me, ciò il prato per giocare, ciò l’orto per fare la caca, ciò le piante per stare in del ombra quando fa caldo, ciò li uccelini che poso guardare, ciò tanti amici cani e gati e anche tanti giochini come topi e paline.

Insoma: sono proppio felice. Vi vollio bene a tuti!

Share

Babette Gattant

Ciao a tutissimi! Mi chiamo Babette Gattant e sono la nuova micia di casa. Il perché del mio nome ariva dal raconto “Il pranso di Babette”, che l’ha scrito una siniora dela Danimarca. Guarda caso, quando che sono rivata io la mama aveva apena finito di legere quel raconto, così mi a subbito cambiato il nome da Baguette a Babette. Io sono contenta, perché è un nome molto rafinato! E poi ciò anche il mio coniome francese: Gattant!

Comunque, la mia storia è che sono una piccola micia nata ad agosto 2008, abandonata da qualcheduno insieme ai miei fratelini e curata dal gatile Gatolandia che mi hano dato tanta papa e mi ano fato diventare belissima, come i miei fratelini e soreline! Poi dopo il gatile è stato chiuso e io mi sono ritrovata sensa casa. I miei fratelini sono andati in dele case e io sono stata adochiata dala mama, che ci piacevo perché sembro una picola Trudi! Eco che il 14 dicembre sono venuta in questa casa. Da alora, purtropo, mi sono malata un po’: avevo il rafredore, l’ochietto malato e dovevo metere tante cose in del occhio per guarire. Sono andata del dotore un migliardo di volte, e non è ancora finita! Però l’ochietto sta guarendo, il rafredore è pasato e io me la godo in questa meravilliosa casa dove che ci sono tanti giochini e dove si posono fare tanti dani.

La mama dice che sono danosa perché buto in giro tuto il pospurì (pot-pourri, NdR) e anche tuta la terra dei vasi. Poi la Ginny mi ha anche inseniato un altro dispeto: andare in camereta e rompere il tapetino per la ginastica dela mama: ne faciamo mille pessi, fa un rumore belissimo quando che si rompe! Ma la mama non ci sgrida nemeno.

Poi in questa casa ci sono tante cibbarie che, sicome che i miei frateli avansano sempre, ci penso io a ripulire. Infati la mama dice che sono una pesciolina pulitrice perché passo io a spassare via tuto: non mi piacciono gli avansi, a me! Bisogna mangiare tuto quelo che cè nel piato, capito?

Un’altra cosa che ciò in dela casa sono topini e paline a volontà: la mia preferita è la palina azurra che fa rumore, ma l’ho persa e non si trova più. Alora gioco coi topi: ce ne abiamo una ventina perché arivano sempre insieme ala pappa, così anche se ne perdo qualcuno ce nè sempre un altro nuovo da prendere.

I miei frateli mi tratano bene: il Miro è mio amico e dormiamo insieme e giochiamo anche insieme. La Trudi non mi guarda nemeno e alora non mi avicino. La Ginny mi tratava male, ma adeso mi trata mellio e gioca un po’ con me, anche se ogni tanto è invidievole e mi pichia. Nesuno mi ruba la mia papa e alora sto bene.

Sono una micia che diventerò grosa perché ciò le sampe grandisime! E poi potrò uscire in del giardino e prendere il sole o stare sdraiata in del nostro prato. Mi piace molto fare le fusa e basta tocarmi che parte il motorino: poi dopo voglio anche fare i baceti, perciò non vi molo più! Sono una che in bracio continuo a muovermi di qua e di là, mi aggito, mi giro e mi rigiro! Quando che la mama mi porta a leto sono in continuo movimento e non la facio dormire, però a una certa ora mi stanco e mi meto sui suoi piedi così dormiamo tuti.

E poi sono anche l’adetta del pranso e della cena: sono io, infati, che vado dala mama a miaggolare a più non poso quando che è ora di mangiare la papa. Per la colassione ci pensa la Ginny, ma pranso e cena mi facio avanti io. Siamo un bel quarteto, no?
 

Ecomi qui! Visto che coda da scoiatolo?

Ecomi qui! Visto che coda da scoiatolo?

Share

Festeggiamo

Ciao tuti! Purtropo la mia mama non a potuto scrivere il giorno dela festa, ma comunque questa setimana abiamo avuto due motivi per festegiare!
Il primo è che la mama si è lauriata e alora auguri! Eco una bela rosa per la mia mama:
Il secondo, più importantisimo, è che è pasato un anno esato di quando che io sono rivato in questa famillia! Era il 27 febraio 2007 cuando che la mama mi è venuta a prendermi e mi ha portato a casa. Avevo una paura, io! Non conoscevo la mama, non ero abituato ad andare in machina, la casa mi faceva impresione. Avevo paura di andare in un posto dove che mi tratavano male o non mi curavano. Invece sono qui, sono diventato un micione belissimo (qualche foto la meterò, cuando che la mama riesce a farmi stare fermo imobbile), mangio, bevo, scorasso nel giardino. Ciò tanti amicheti e un bosco dove andare a giocare. Mi rampico sugli alberi e ciò due sorelle di cui una, la Trudi, che fa sempre la severia, ma è buona e mi lascia andare in del leto e l’altra, la Gina, che è una rompiscatole piccicosa ma mi vuole bene e giochiamo e ci lechiamo a vicendia. Poso dormire in dove vollio e infati or ora sono in del letone al posto del papà. Sono sempre un po’ malaticio, colpa deli strasscichi dela bruta malatia che ho avuto da picolo, però la mama mi cura con medicine varie e mi pulisce li ochietti. Io sono un gato veramente braverimo che mi lascio fare tuto e la mia mama dice che sono morbido e meraviglioso da spupassare.
Cosa voglio di più? Gnente!
Miro gato felice!
p.s. mi sono dimenticato di dire che ciò anche un saco di topini e paline per giocare!
Share

Natale e Capodanno

Ciao tuti! Finalemente ho trascorso un Natale in famillia anche io. Nesun regalo per noi gati, quest’ano pochi regali per tuti, però ciabiamo tuti i nostri confors. Come sapete io dormisco su una copertina di pail apositamente comprata dala mama per noi, poi ciò anche il mio letino in camera del leto, sula mensola, con tre cuscini impelati tuti per me. E per finire, quando che sono stuffo di dormire da solo, mi cacio lì vicino ala mia mama, atacato a lei e ci rubo la sua coperta. Oh, che meravillia avere una casa e una famillia tuta mia! In questi mesi sono stato contentisimo! Primo, ho una casa. Secondo, ho un giardino! Terso, ho conosciuto tanti amici: Tigro, Paco, Gigio, Ginny, Trudi, Penny, Ginger e altri che conosco io e che la mama non li conosce. Poi, mangisco dela papa buonisima e o i giochini: topi, paline, agussaunghie ecetera checetera. Poi ancora, ciò una cucia fuori per quando che piove e non vollio entrare in casa, ciò acqua e cibbo fuori per me e i miei amici, ciò la porticina per entrare e uscire che ancora non abiamo imparato a usarla. Insoma, devo dire che sono proprio felicisimo e non mi manca niente.
Deso che è Natale, poi, che si raconta la storia di Gesù Bambino e compagnia bela, ho voluto provare l’emossione di dormire in sula pallia! Uè, io ero un gato di cità e la pallia non l’avevo mai vista! Però dei nostri amici ci ano regalato un cesto con la pallia vera e il papi la mesa in giardino, così io la uso per dormire. Sapete che ha un buon odore? Sapete che è biodeggradabile? Sapete che le muche la usano nela stala? E tiene anche calducio!
Ecomi qui…

Share

Sono grande

Sono più grande di quelo che si pensava: ciò già i denti permanenti, io! Alora, setimana prosima di venerdì andrò a fare l’operassione della sterilità. Sì, così poi sono libbera di uscire in del giardino sensa che i mici bruti maschi vogliono fidansarsi con me. Che dopo, si sa, è dificile trovare una famillia che vuole bene ai miceti. E alora cosa si fa? A me piacerebe anche diventare mama e fare dei miceti belissimi come me, però dopo non sapiamo dove meterli. Alora, la mama mi a deto che è mellio così. Ciò un po’ paura dell’operassione, ma la Trudi la già fata e dice che non è gnente. Speriamo, ragassi!
Intanto abiamo deciso il mio compleano nuovo. Sicome che sono grandisima, faciamo che sono nata di Aprile come la Trudi, il 12 però.

E adeso, la tesera agiornata!

Share