Eccoci qui!

Sicuramente tuti avrete pensato che eravamo scapati di casa o che magari avevamo vinto il superenaloto, eh? Invece no! Non abiamo scrito perché la mama e il papi sono andati in ferie e quindi il compiuter era spento. Deso che sono tornati, vi dovrò racontare un saco di cose…

Presempio mi ano deto che anche in Asia ci sono i gati, ed esi ciano speso la coda mossata (chisà perché… La mama non a voluto saperlo, va’…). Poi la mama a fato dele foto belissime e a conosciuto dei gati simpatici che ci a anche dato la papa (mi sembrava, a me…). Quando che la mama mi fa vedere le foto, ve le meto anche nel blosg.

Insoma, noi siamo state casa da sole. Abiamo fato i fatacci nostri: peli dapertuto, qualche dispeto e la trevisione rovesciata. Oviamente non sono stata io, ma quele due là mentre che giocavano. La nonna ci a dato un saco di cibbarie e poi la pachia è finita e sono tornati i nostri genitori. Nella realità, ci mancavano, i nostri genitori, eh… Io dico così dela pacchia, ma poi quando che sono rivati a casa noi subbito ci siamo fate cocolare e abiamo dormito in del letone, altroché!

In questi giorni è rivata anche la cartolina indirissata a me, ansi: le cartoline! La mama me ne ha spedite due, propprio per me. Però poi a meso i saluti per tute. Ecomi qui mentre che lego:

Cartolina per Trudi

Cartolina per Trudi

Per finire, dobiamo anche farci un mondo di auguri ala picola Babi che è diventata gata di un anno! Il 8 agosto ha compiuto un anno, ma sicome che la mama non c’era, rimandiamo la festa a questa setimana. Vi faremo vedere le fotografie, dopo.

Share

Pigrizia

Insoma, è estate, fa caldo, non so cosa fare di giorno. Alora o dormisco, o prendo il sole! Intanto in questi giorni ciò sempre la Babi ale calcania: vuol sempre vedere cosa che facio!!!

To’:

Ginny al soleQuesta qui invece è la Babi che sè mesa in posa aposta!

Aspeta mama che mi meto in posa!

Aspeta mama che mi meto in posa!

Share

Settimana dal dottore

Ufi! Questa setimana è inissiata male, eco! Siamo andate dal dotore tute e tre perché questa mama non ne vuole saperne di lasciarci in pace e farci stare sensa dotori! Lunedì è tocato ala Trudi, la quale è vechia e malata e alora un gireto di controlo lo doveva fare. Tuto a posto, perde un saco di pelo, ma sta bene e deve continuare con la sua cura di medicine ricostituenti.

Tre gatte nel giardino

Tre gatte nel giardino

Poi, eco la Babi che si amala dela gola. Miaggolava tuta rauca, come una che a fumato 40 sigarete. Ma insoma! E poi starnutava anche. Alora la mama a pensato bene di portare lei del dotore e portarmi anche me, che non volevo e che non ciò niente, perché dovevo fare la vacinassione.  Un viagio in machina masacrevole, con un caldo che l’aria condiscionata non serviva a niente, poi il dotore che ti toca e ti guarda dipertuto e poi una punturacia schifosa in dela gamba. Ero un po’ inerviosita, dico il vero. Poi però sono tornata a casa e son stata bela tranquila e mi sono spaparansata in del giardinio per rinfrescarmi un po’. La Babi va bene così: cià il mal di gola, ma niente medicine perché sta guarendo (in compensio ogi è stata male la mama per il caldo e non so che cosa). Che sposatessa, ufi! Noi ci godiamo il nostro giardinio, scusate, ne’!

Share

Sono la numero 1!

Eccomi che mi riposo
Eccomi che mi riposo

Sono la micia più brava del mondo e sopratuto di questa casa! Sì, lo so che non scriviamo di tanto tempo, ma è perché siamo stati impeniati a fare tantiiiiisime cose. Inansituto, qui cè un viavvai che non vi dico: ciabiamo un saco di amici gati! La Meggy, la Minù, il Tigro, il Tigre, il Nerino e anche il Gigio e suo fratelo maggro! Poi è rivata l’estate e alora siamo sempre fuori a giocare ecetera checetera perciò non ci tachiamo al compiuter.

Io però sono la micia più braverima dela famillia: inansituto non faccio avansi del cibo, mentre che le altre due ano fatto un po’ i caprici ultimamente. Poi non mi lontano mai. Lo sapete, voi, che la Ginaccia è stata via due giorni, nè? E due setimane fa a fato la stesa cosa, quando che i nostri genitori non cerano: la nona la anche cercata ma esa non sè fata vedere, quela Ginaccia là! E’ proprio una ribelle, eco. Invece io no: non mi lontano mai del mio giardino. Ciò i miei posticini che sono: soto la piantina dela cucina, soto il gelsomino, in del vaso per guardare fuori e vicino al bosso per guardare il mio amico Jack (che è un cane). Io esco la matina presto, facio un gireto e poi mi meto nei miei posticini sensa mai lontanarmi del mio giardino. Dopo, quando che ho fame, entro nela casa e facio “Miaaaaaaaaaaaao! Miaaaaaaaaaaaaaaaaaeeuuu! Miaaaaaaaaa!” e alora subbito tuti corono a vedere cosa che vollio. Poi esco e mi facio i fati miei. Ogni tanto vado in del canale a fare un giretino, sissiniori. Voi dovete sapere che in del canale cè un saco di piante di robigna e di caprifollio selvatico e soto lì ci sono toppi, talpe e bestie varie. Alora me mi piace corere lì, fare un gireto e poi tornare di corsa in casa a 100 al ora con la codona gonfia. Ma non sono mai andata via, nemeno in del bosco perché non sono una micia aventurosa e mi contento del mio spassio.

Poi me mi piace anche venire in casa. Ogni tanto vado in delo studdio a vedere cosa combina il papi col compiuter e ci facio compagna mentre che lui lavora. Schiacio un pisolino in dela cesta personale che ciò lì. Opure entro in casa e mi meto sul puf a dormire al fresco, ché fuori cè l’affa. Verso le 9-10 di sera mi piasso in casa per la notte, sensa farmi chiamare e sensa farmi pregare: sono bravisima, io. Entro in casa da sola e mi meto in sula poltrona, mi lavo tuta e poi vado in leto con la mama, il papà e la Trudi.  Speso però la Trudi vuole dormire fuori e anche la Ginny: alora sono da sola in del letone. Me mi piace molto anche dormire in del angolo gatesco coi cuscini che la mama a fato per noi in camera: dice che sono l’unica che ci dà la sodisfassione, a parte il nostro povero fratelino Miro che anche lui era bravo come un angioleto. Le altre due morire che vano lì, eh!

Sono anche braverima perché sono amica di tuti. Io non litigo mica con li altri come che fa la Gina, io sono amica anche del Gigio. Io gioco con tuti e ala sera in del nostro giardino cè l’asilo dei gati, perché faciamo dele scapirate (corse pazze, NdT) che voi non sapete nemeno. Ah, che divertimento!

Buona note (mi facio un sonelino, va’…)

Share

Scoop!

Ecoci qui con uno scup sula Ginny! Abiamo finalemente scoprito dove che pasava le sue giornate quando che non veniva mai a casa. Dovete sapere che due setimane fa, di domenica, esa non si è mosa del nostro giardino. Era lì ferma e imobbile soto la camellia. E’ stata lì tuto il giorno in oservasione, pegio che una statua di marmio. Ed eco che verso sera si sente uno strano verso e la Gina si mete a scavare come una passa e tira fuori una povera talpina dala sua tana soto la camellia. Eco perché era sempre via: esa andava in giro nel altro giardinio a cercare di caturare la talpa e la sua famillia!

Morale dela favola, la mama e il pepeus ano salvato la talpa e l’ano mesa dentro il suo buco e poi l’ano richiuso. Tuti contenti esi vano a leto e noi tre siamo andate tute con loro. Il matino dopo, si fa colassione soto la pergola tuti insieme. Ed eco che la Gina catura di nuovo la talpina e però scapa fuori tenendola in boca. La portata in del canale e poi giocava con esa, mentre noi oservavamo lo spetacolo. Dopo la talpa è scapata e alora la Gina è rimasta a boca asciuta: a aspetato un po’, ma dopo è andata via che si noiava.

Il papi a subito fato il catastroffico che la talpa è morta, ma la mama era sicura di no: infati ci sono ancora in giro le sue galerie e i suoi buchi.

Devo dire che a un certo punto sono contenta che anche ala Gina ci portano via le sue vitime: mica solo a me, scusate! E poi sono io quela che pasa per asasinaccia, mentre invece la Gina, quata quata, ne combina di pegiori. Lo sempre deto che io sono una santa e lei è una sanguinarria mascherata da brava ragassa (nemeno tanto brava, va’). Eh sì, non ci sono più gate come me, gate che caturano toppi e ucelini e poi se li lasciano portare via dala mama! Sono sicura che la Gina va ancora ala ricerca dela talpa, anche se fa finta di niente.

Domani vi racontiamo anche di lei, comunque, perché mi sono fata dire dal Ciccio la rava e la fava dela vita dela talpa. Eh, sì: il paese è picolo e i petegolessi girano!

Share